Forum Infettivologico
Vertigini
Alliance Cicatrici
Alliance Dermatite

Associazione tra la somministrazione preospedaliera di Acido Tranexamico ed esiti di gravi lesioni cerebrali traumatiche


Lo sviluppo e l'espansione dell'ematoma intracranico sono associati a esiti avversi. L'uso di Acido Tranexamico ( Tranex ) potrebbe limitare la formazione di ematomi intracranici, ma la sua associazione con gli esiti di una grave lesione cerebrale traumatica ( TBI ) non è ben definita.

Si è valutato se la somministrazione preospedaliera di Acido Tranexamico sia associata a mortalità ed esiti funzionali in un gruppo di pazienti con trauma cranico grave.

È stato condotto uno studio di coorte multicentrico come analisi dei dati osservazionali raccolti in modo prospettico dallo studio BRAIN-PROTECT ( Brain Injury: Prehospital Registry of Outcome, Treatments and Epidemiology of Cerebral Trauma ) nei Paesi Bassi.

Sono stati inclusi i pazienti trattati per sospetto trauma cranico grave dai Dutch HEMS ( Helicopter Emergency Medical Services ) tra il 2012 e il 2017.
I pazienti sono stati seguiti per 1 anno dopo l'inclusione.
È stato somministrato Acido Tranexamico durante il trattamento preospedaliero.

L'esito primario era la mortalità a 30 giorni. Gli esiti secondari includevano la mortalità a 1 anno, il recupero neurologico funzionale alla dimissione ( misurato dalla scala GOS [ Glasgow Outcome Scale ] ) e la durata della degenza ospedaliera.

Sono stati analizzati in totale 1.827 pazienti, di cui 1.283 ( 70% ) erano individui di sesso maschile e l'età mediana era di 45 anni.

Nell'analisi non-aggiustata, è stata osservata una mortalità a 30 giorni più alta nei pazienti che avevano ricevuto Acido Tranexamico preospedaliero ( odds ratio, OR=1.34; P minore di 0.001 ) rispetto ai pazienti che non avevano ricevuto Acido Tranexamico preospedaliero.

Dopo l'aggiustamento per i fattori confondenti, non è stata trovata alcuna associazione tra la somministrazione preospedaliera di Acido Tranexamico e la mortalità nell'intera coorte di pazienti.

Tuttavia, un sostanziale aumento delle probabilità di mortalità a 30 giorni è persistito nei pazienti con trauma cranico isolato grave che hanno ricevuto Acido Tranexamico preospedaliero ( OR=4.49; P=0.005 ) e dopo imputazioni multiple ( OR=2.05; P=0.007 ).

Questo studio ha rilevato che la somministrazione preospedaliera di Acido Tranexamico è stata associata a un aumento della mortalità nei pazienti con trauma cranico grave isolato, suggerendo un uso giudizioso del farmaco quando non è presente alcuna evidenza di emorragia extracranica. ( Xagena2021 )

Bossers SM et al, JAMA Neurol 2021;78: 338-345

Neuro2021 Med2021 Farma2021


Indietro