Forum Infettivologico
Vertigini
Alliance Cicatrici
Xagena Newsletter

Effetto dell'infusione di Vitamina-C sull'insufficienza d'organo e sui biomarcatori di infiammazione e lesioni vascolari nei pazienti con sepsi e grave insufficienza respiratoria acuta


I dati sperimentali suggeriscono che la Vitamina C per via endovenosa possa attenuare l'infiammazione e le lesioni vascolari associate a sepsi e sindrome da distress respiratorio acuto ( ARDS ).

È stato determinato l'effetto dell'infusione di Vitamina-C per via endovenosa sui punteggi di insufficienza d'organo e sui marker biologici di infiammazione e lesioni vascolari nei pazienti con sepsi e ARDS.

CITRIS-ALI era uno studio randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo, multicentrico, condotto in 7 Unità di terapia intensiva ( UTI ) medica negli Stati Uniti, che ha arruolato 167 pazienti con sepsi e sindrome ARDS presenti da meno di 24 ore.
Lo studio è stato condotto nel periodo 2014-2017; il follow-up è terminato nel 2018.

I pazienti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere infusione endovenosa di Vitamina C ( 50 mg/kg in destrosio 5% in soluzione acquosa, n=84 ) oppure placebo ( solo destrosio 5% in soluzione acquosa, n=83 ) ogni 6 ore per 96 ore.

Gli esiti primari erano il cambiamento nell'insufficienza d'organo, come valutato dal punteggio della scala SOFA ( Sequential Organ Failure Assessment ) modificata ( intervallo, 0-20, con punteggi più alti ad indicare più disfunzioni ) dal basale a 96 ore e biomarcatori plasmatici dell'infiammazione ( livelli di proteina C-reattiva ) e lesioni vascolari ( livelli di trombomodulina ) misurati a 0, 48, 96 e 168 ore.

Tra 167 pazienti randomizzati ( età media, 54.8 anni; 90 uomini, 54% ), 103 ( 62% ) hanno completato lo studio fino al giorno 60.

Non ci sono state differenze significative tra i gruppi Vitamina-C e placebo negli endpoint primari di variazione del punteggio medio alla scala SOFA modificata dal basale a 96 ore ( da 9.8 a 6.8 nel gruppo Vitamina-C, 3 punti, e da 10.3 a 6.8 nel gruppo placebo, 3.5 punti; differenza, −0.10; P=0.86 ) o nei livelli di proteina C-reattiva ( 54.1 vs 46.1 micro/ml; differenza, 7.94 microg/ml; P=0.33 ) e nei livelli di trombomodulina ( 14.5 vs 13.8 ng/ml; differenza, 0.69 ng/ml; P=0.70 ) a 168 ore.

In questo studio preliminare su pazienti con sepsi e sindrome da distress respiratorio acuto, l'infusione di Vitamina-C di 96 ore rispetto al placebo non ha migliorato significativamente i punteggi di disfunzione d'organo o alterato i marcatori di infiammazione e lesioni vascolari.
Sono necessarie ulteriori ricerche per valutare il potenziale ruolo della Vitamina-C per altri esiti nella sepsi e nella sindrome ARDS. ( Xagena2019 )

Fowler AA et al, JAMA 2019; 322: 1261-1270

Med2019 Farma2019


Indietro