Xagena Newsletter
Alliance Dermatologia & Dermocosmesi
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Effetto di Ossigeno nasale ad alto flusso post-estubazione con ventilazione non-invasiva rispetto all'Ossigeno nasale ad alto flusso da solo sulla reintubazione tra i pazienti ad alto rischio di fallimento dell'estubazione


L'Ossigeno nasale ad alto flusso può prevenire l'insufficienza respiratoria post-estubazione nell'Unità di terapia intensiva ( UTI ).
La combinazione di Ossigeno nasale ad alto flusso con ventilazione non-invasiva può essere una strategia ottimale di ventilazione per evitare la reintubazione.

Si è determinato se l'Ossigeno nasale ad alto flusso con ventilazione non-invasiva profilattica applicata immediatamente dopo l'estubazione possa ridurre il tasso di reintubazione, rispetto al solo Ossigeno nasale ad alto flusso, in pazienti ad alto rischio di fallimento dell'estubazione in terapia intensiva.

Uno studio clinico randomizzato multicentrico è stato condotto dal 2017 al 2018 su 641 pazienti ad alto rischio di fallimento dell'estubazione di età superiore a 65 anni o con patologia cardiaca o respiratoria alla base presso 30 Unità di terapia intensiva in Francia.

I pazienti sono stati assegnati in modo casuale all'Ossigeno nasale ad alto flusso da solo ( n=306 ) o all'Ossigeno nasale ad alto flusso alternato a ventilazione non-invasiva ( n=342 ) immediatamente dopo l'estubazione.

L'esito primario era la percentuale di pazienti reintubati al giorno 7; gli esiti secondari includevano l'insufficienza respiratoria post-estubazione al giorno 7, i tassi di reintubazione fino alla dimissione dalla terapia intensiva e la mortalità in terapia intensiva.

Su 648 pazienti randomizzati ( età media, 70 anni; 219 donne, 34% ), 641 hanno completato lo studio.

Il tasso di reintubazione al giorno 7 era dell'11.8% ( 40/339 ) con Ossigeno nasale ad alto flusso e ventilazione non-invasiva e 18.2% ( 55/302 ) con Ossigeno nasale ad alto flusso da solo ( differenza, -6.4%; P=0.02 ).

Tra gli 11 esiti secondari prespecificati, 6 non hanno mostrato differenze significative.

La percentuale di pazienti con insufficienza respiratoria post-estubazione al giorno 7 ( 21% vs 29%; differenza, −8.7%; P=0.01 ) e i tassi di reintubazione fino alla dimissione dalla terapia intensiva ( 12% vs 20%, differenza -7.4%; P=0.009 ) sono risultati significativamente più bassi con Ossigeno nasale ad alto flusso e ventilazione non-invasiva rispetto al solo Ossigeno nasale ad alto flusso.

I tassi di mortalità in terapia intensiva non erano significativamente differenti: 6% con Ossigeno nasale ad alto flusso e ventilazione non-invasiva e 9% con Ossigeno nasale ad alto flusso da solo ( differenza, -2.4%; P=0.25 ).

Nei pazienti ventilati meccanicamente ad alto rischio di fallimento dell'estubazione, l'uso di Ossigeno nasale ad alto flusso con ventilazione non-invasiva immediatamente dopo l'estubazione ha ridotto significativamente il rischio di reintubazione rispetto al solo Ossigeno nasale ad alto flusso. ( Xagena2019 )

Thille AW et al, JAMA 2019; 322: 1465-1475

Med2019 Pneumo2019



Indietro