Forum Infettivologico
Vertigini
Alliance Cicatrici
Alliance Dermatite

Catetere pleurico versus tubo toracico e pleurodesi con talco per il sollievo dalla dispnea in pazienti con effusione pleurica maligna


L’effusione pleurica maligna causa una dispnea disabilitante in pazienti con una breve aspettativa di vita.
La palliazione viene ottenuta con drenaggio del liquido, ma non è stato determinato il metodo di prima linea più efficace.

È stato condotto uno studio per determinare se l’inserimento di cateteri nel cavo pleurico fosse più efficace del tubo toracico e della pleurodesi con talco nel ridurre la dispnea.

Lo studio non-in-cieco, randomizzato e controllato TIME2 ( Second Therapeutic Intervention in Malignant Effusion Trial ) ha confrontato le due opzioni. in un rapporto 1:1. su 106 pazienti con effusione pleurica maligna non-sottoposti in precedenza a pleurodesi reclutati tra 143 pazienti trattati in 7 ospedali nel Regno Unito.

I pazienti sono stati individuati nel periodo 2007-2011, e sono stati seguiti per 1 anno.

I cateteri pleurici sono stati inseriti su pazienti su base ambulatoriali, seguiti da iniziale ampio volume di drenaggio, educazione e successivo drenaggio a casa.

Il pazienti del gruppo pleurodesi con talco sono stati ricoverati per inserimento del tubo toracico e pleurodesi con talco.

La principale misura di esito erano i pazienti che completavano giornalmente la linea 100-mm alla scala VAS della dispnea 42 giorni dopo l’intervento ( 0 mm rappresentano assenza di dispnea, 100 mm la massima dispnea; 10 mm rappresentano la differenza minima clinicamente significativa ).

La dispnea è migliorata in entrambi i gruppi, senza differenze significative nei primi 42 giorni con un punteggio medio di dispnea alla scala VAS di 24.7 nel gruppo catetere pleurico e 24.4 mm nell’altro gruppo, con una differenza di 0.16 mm ( P=0.96 ).

È stato osservato un miglioramento statisticamente significativo nella dispnea nel gruppo catetere pleurico a 6 mesi, con una differenza media nel punteggio VAS tra il gruppo catetere pleurico e quello pleurodesi con talco di −14.0 mm ( P=0.01 ).

La lunghezza dell’ospedalizzazione iniziale è risultata significativamente minore nel gruppo catetere pleurico con una durata mediana di 0 giorni e 4 giorni per il gruppo pleurodesi con talco, con una differenza di −3.5 giorni ( P inferiore a 0.001 ).

Non è emersa una differenza significativa nella qualità di vita.

Nel gruppo pleurodesi con talco, 12 pazienti ( 22% ) hanno avuto bisogno di ulteriori procedure pleuriche contro i 3 ( 6% ) nel gruppo catetere pleurico ( odds ratio [ OR ], 0.21; P=0.03 ).

In totale, 21 dei 52 pazienti nel gruppo catetere sono andati incontro a eventi avversi contro 7 su 54 nel gruppo pleurodesi con talco ( OR, 4.70; P=0.002 ).

In conclusione, tra pazienti con effusione pleurica maligna e nessuna precedente pleurodesi, non sono state osservate differenze significative tra catetere pleurico e pleurodesi con talco nel ridurre il peso della dispnea riferita dai pazienti. ( Xagena2012 )

Davies HE et al, JAMA 2012; 307: 2383-2389

Pneumo2012 Chiru2012



Indietro