Alliance Cicatrici
Forum Infettivologico
Vertigini
Alliance Dermatite

Effetto dei tassi di bolo di fluidi per via endovenosa più lento rispetto a quello più veloce sulla mortalità nei pazienti critici: studio BaSICS


Una velocità di una più lenta infusione endovenosa di liquidi potrebbe ridurre la formazione di edema tissutale e disfunzione d'organo nei pazienti critici; tuttavia, non ci sono dati a supporto di diverse velocità di infusione durante la valutazione della dinamica dei fluidi per esiti importanti come la mortalità.

È stato determinato l'effetto della velocità di infusione più lenta rispetto alla velocità di infusione di controllo sulla sopravvivenza a 90 giorni nei pazienti nell'Unità di terapia intensiva ( UTI ).

Lo studio clinico fattoriale randomizzato non-in-cieco BaSICS, condotto in 75 Unità di terapia intensiva in Brasile, che ha coinvolto 11.052 pazienti che richiedevano almeno 1 valutazione della dinamica dei fluidi e con 1 fattore di rischio per esiti peggiori, è stato effettuato dal 2017 alla fine del follow-up nel 2020.

I pazienti sono stati randomizzati a 2 diversi tipi di fluidi ( fluidi bilanciati o soluzione salina, riportati separatamente ) e a 2 diverse velocità di infusione: 5.538 alla velocità più lenta ( 333 ml/h ) e 5.514 al gruppo di controllo ( 999 ml/h ).
I pazienti sono stati anche randomizzati a ricevere una soluzione bilanciata o una soluzione salina allo 0.9%.

L'endpoint primario era la sopravvivenza a 90 giorni. Di tutti i pazienti randomizzati, ne sono stati analizzati 10.520 ( 95.2%; età media 61.1 anni; 44.2% erano donne ) dopo aver escluso duplicati e revoca del consenso.
I pazienti assegnati alla velocità più lenta hanno ricevuto una media di 1.162 ml il primo giorno rispetto a 1.252 ml per il gruppo di controllo.

Al giorno 90, 1.406 pazienti su 5.276 ( 26.6% ) nel gruppo a tasso più lento erano morti rispetto a 1.414 su 5.244 ( 27.0% ) nel gruppo di controllo ( hazard ratio aggiustato, aHR=0.03; P=0.46 ).
Non c'è stata alcuna interazione significativa tra il tipo di fluido e la velocità di infusione ( P=0.98 ).

Tra i pazienti nell'Unità di terapia intensiva che necessitavano di fluidi, l'infusione a una velocità più lenta rispetto a una velocità più elevata non ha ridotto la mortalità a 90 giorni. Questi risultati non supportano l'uso di una velocità di infusione più lenta. ( Xagena2021 )

Zampieri FG et al, JAMA 2021; 326: 830-838

Med2021



Indietro