Polmoniti comunitarie - Percorso Diagnostico-Terapeutico
Xagena Newsletter
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Effetto della somministrazione di fluidi per via endovenosa con una soluzione bilanciata versus soluzione salina allo 0.9% sulla mortalità nei pazienti critici: studio BaSICS


I fluidi per via endovenosa sono utilizzati per quasi tutti i pazienti delle Unità di terapia intensiva ( ICU ).
Studi clinici e di laboratorio hanno messo in dubbio se specifici tipi di fluidi portino a esiti migliori, tra cui mortalità e danno renale acuto.

È stato determinato l'effetto di una soluzione bilanciata rispetto a una soluzione salina ( 0.9% cloruro di sodio ) sulla sopravvivenza a 90 giorni nei pazienti critici in uno studio clinico in doppio cieco, fattoriale, randomizzato condotto in 75 Unità di terapia intensiva in Brasile.

I pazienti che sono stati ricoverati in terapia intensiva con almeno 1 fattore di rischio per esiti peggiori, che hanno richiesto almeno 1 espansione di liquidi e che avrebbero dovuto rimanere in terapia intensiva per più di 24 ore sono stati randomizzati tra il 2017 e il 2020.

I pazienti sono stati randomizzati a 2 diversi tipi di fluidi ( una soluzione bilanciata versus soluzione salina ) e 2 diverse velocità di infusione ( riportate separatamente ).
I pazienti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere una soluzione bilanciata ( n=5.522 ) o una soluzione salina allo 0.9% ( n=5.530 ) per tutti i liquidi per via endovenosa.

L'esito primario era la sopravvivenza a 90 giorni.
Tra 11.052 pazienti randomizzati, 10.520 ( 95.2% ) erano disponibili per l'analisi ( età media, 61.1 anni; 44.2% erano donne ).
Non è stata osservata interazione significativa tra i 2 interventi ( tipo di fluido e velocità di infusione; P=0.98 ).
I ricoveri chirurgici programmati rappresentavano il 48.4% di tutti i pazienti.

Di tutti i pazienti, il 60.6% presentava ipotensione o uso di vasopressori e il 44.3% necessitava di ventilazione meccanica al momento dell'arruolamento.
I pazienti di entrambi i gruppi hanno ricevuto una mediana di 1.5 l di liquidi durante il primo giorno dopo l'arruolamento.

Al giorno 90, 1.381 pazienti su 5.230 ( 26.4% ) assegnati a una soluzione bilanciata sono morti versus 1.439 pazienti su 5.290 ( 27.2% ) assegnati a soluzione salina ( hazard ratio aggiustato, aHR=0.97; P=0.47 ).
Non ci sono stati eventi avversi gravi correlati al trattamento inattesi in nessuno dei due gruppi.

Tra i pazienti critici che necessitavano di un trattamento con liquidi, l'uso di una soluzione bilanciata rispetto alla soluzione salina allo 0.9% non ha ridotto significativamente la mortalità a 90 giorni.
I risultati non supportano l'uso di questa soluzione bilanciata. ( Xagena2021 )

Zampieri FG et al, JAMA 2021; 326: 818-829

Med2021 Farma2021



Indietro