Alliance Cicatrici
Forum Infettivologico
Vertigini
Alliance Dermatite

Effetto di Paracetamolo endovenoso rispetto al placebo combinato con Propofolo o Dexmedetomidina sul delirio postoperatorio nei pazienti anziani dopo cardiochirurgia


Il delirio postoperatorio è comune dopo la chirurgia cardiaca e può essere influenzato dalla scelta di analgesico e sedativo.
È stato valutato l'effetto del Paracetamolo postoperatorio per via endovenosa ( IV ) rispetto al placebo combinato con il Propofolo IV rispetto a Dexmedetomidina sul delirio postoperatorio nei pazienti anziani sottoposti a chirurgia cardiaca.

È stato condotto uno studio clinico randomizzato, controllato con placebo, su 120 pazienti di età pari o superiore a 60 anni sottoposti a intervento chirurgico di bypass coronarico on-pump ( CABG ) o CABG / intervento valvolare combinati in un Centro americano.

I pazienti sono stati randomizzati a 1 di 4 gruppi trattati con analgesia postoperatoria con Paracetamolo IV oppure placebo ogni 6 ore per 48 ore e sedazione postoperatoria con Dexmedetomidina o Propofolo a partire dalla chiusura del torace e fino a 6 ore ( Paracetamolo e Dexmedetomidina: n=29; placebo e Dexmedetomidina: n=30; Paracetamolo e Propofolo: n=31; placebo e Propofolo: n=30 ).

L'esito primario era l'incidenza del delirio postoperatorio in ospedale mediante il Confusion Assessment Method.
Gli esiti secondari comprendevano la durata del delirio, il declino cognitivo, l'instaurarsi della analgesia nelle prime 48 ore, e la degenza in terapia intensiva e in ospedale.

Tra 121 pazienti randomizzati ( età media, 69 anni, 19 donne, 15.8% ), 120 hanno completato lo studio.

I pazienti trattati con Paracetamolo IV hanno presentato una riduzione significativa del delirio (10% vs 28% placebo, differenza, -18%; P=0.01, HR, 2.8).

I pazienti trattati con Dexmedetomidina vs Propofolo non hanno mostrato differenze significative nel delirio ( 17% vs 21%, differenza, -4%; P=0.54; HR, 0.8 ).

Vi sono state differenze significative che hanno favorito il Paracetamolo rispetto al placebo per 3 esiti secondari prespecificati: durata del delirio ( mediana, 1 vs 2 giorni, differenza, -1 ), durata della terapia intensiva ( mediana, 29.5 vs 46.7 ore, differenza, -16.7 ) e instaurarsi della analgesia ( mediana, 322.5 vs 405.3 microg equivalenti di Morfina, differenza, -83 ).

Per Dexmedetomidina vs Propofolo, solo l'instaurarsi della analgesia è risultato significativamente diverso ( mediana, 328.8 vs 397.5 microg, differenza, -69; P=0.04 ).

14 pazienti in entrambi i gruppi placebo-Dexmedetomidina e Paracetamolo-Propofolo ( 46% e 45% ) e 7 nei gruppi Paracetamolo-Dexmedetomidina e placebo-Propofolo ( 24% e 23% ) hanno mostrato ipotensione.

Nei pazienti anziani sottoposti a chirurgia cardiaca, il Paracetamolo intraoperatorio programmato per via endovenosa, combinato con Propofol o Dexmedetomidina per via endovenosa, ha ridotto il delirio in ambiente ospedaliero, rispetto al placebo.
Sono necessarie ulteriori ricerche sull'incidenza del delirio postoperatorio, compreso il confronto tra Paracetamolo per via endovenosa e orale e altri analgesici potenzialmente risparmiatori degli oppioidi. ( Xagena2019 )

Subramaniam B et al, JAMA 2019; 321: 686-696

Med2019 Farma2019 Cardio2019 Psyche2019


Indietro