Xagena Mappa
Medical Meeting
Dermabase.it
Gastrobase.it

Sospensione degli antibiotici guidati dalla procalcitonina e mortalità negli adulti critici


La sospensione degli antibiotici guidati dalla procalcitonina ( PCT ) sembra ridurre l'uso di antibiotici nei pazienti in condizioni critiche, ma il suo impatto sulla sopravvivenza rimane meno certo.

Sono stati esaminati studi randomizzati controllati sulla sospensione di antibiotici guidati dalla procalcitonina negli adulti in condizioni critiche che hanno riportato la sopravvivenza o la durata della somministrazione di antibiotici.

Tra gli adulti in condizioni critiche ( 5.000 analizzati ), l'interruzione della terapia antibiotica guidata dalla procalcitonina è risultata associata a riduzione della mortalità ( 16 studi randomizzati; rapporto di rischio RR, 0.89; I2=0%; bassa certezza ).

La morte è stata il principale risultato in un solo studio e non è stato osservato un beneficio in termini di sopravvivenza nel sottoinsieme specificato come sepsi ( 10 studi; RR, 0.94; I2=0% ), quelli senza sponsor ( 9 studi; RR, 0.98; I2=0% ), elevata aderenza all'algoritmo guidato dalla procalcitonina ( 5 studi; RR, 0.93; I2=0% ) e algoritmi guidati da procalcitonina senza proteina C reattiva ( 8 studi; RR, 0.96; I2=0% ).

L'interruzione della terapia antibiotica guidata dalla procalcitonina ha ridotto la durata dell'antibiotico ( differenza media, 1.31 giorni; I2=93% ) ( bassa certezza ).

I risultati di aumento della sopravvivenza e riduzione dell'utilizzo di antibiotici associati alla sospensione di antibiotici guidati dalla procalcitonina rappresentano prove di scarsa certezza con un alto rischio di bias.
Questa relazione è stata principalmente osservata negli studi senza elevata aderenza al protocollo e negli studi con algoritmi che combinano procalcitonina e proteina C reattiva.
Sono necessari studi correttamente progettati con la mortalità come esito primario. ( Xagena2019 )

Pepper DJ et al, Chest 2019; 155: 1109-1118

Med2019 Inf2019 Farma2019


Indietro